Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

SCUOLA DI ITALIANO PER MIGRANTI

anno scolastico 2019-2020

INIZIO DELLE LEZIONI LUNEDI 30 SETTEMBRE 2019

Gratis – Free

 

Vuoi imparare l’italiano?

 

Iscriviti ai nostri corsi di italiano

 


 

    COOPERAZIONE     ADOZIONI A DISTANZA DI MINORI VITTIME DEL TERRORISMO  -  ( Algeria)

Le iniziative di solidarietà e sostegno del COSAS all'Algeria nascono nel quadro di un impegno più ampio contro il razzismo e per la solidarietà fra i popoli, negli anni più caldi dell'aggressione terroristica (1992-98), quando si scatena la violenza del Movimento islamista.

Oltre 8000 donne subiscono l'abominio del rapimento e dello stupro, con massacri collettivi nei villaggi. Una delle regioni più colpite è la Mitidja, dove a Blida viene creata nel 1996, dalle famiglie vittime del terrorismo, l'Associazione Djazairouna.

Il COSAS offre solidarietà a uomini e donne (soprattutto) che lottano per creare una società più democratica e per questo sono oggetto di rappresaglia e di violenza da parte del movimento integralista islamico; svolge attività di sensibilizzazione e promuove varie iniziative.

In particolare, dal 1999 il COSAS è impegnato nell'iniziativa di adozione a distanza di bambine e bambini algerini vittime dell'integralismo islamico.

Il progetto, del|'associazione Djazairouna(La nostra Algeria) di Blida, riguarda il " Sostegno scolastico per i bambini figli delle vittime del terrorismo".

Il contributo finanziario per ogni bambino è di € 180/200, ed è in genere rinnovato fino al compimento dei loro 16 anni; e anche oltre, come sostegno per la frequenza di una qualifica professionale o di un corso universitario.

Con quest'adozione a distanza si coprono le esigenze scolastiche, anche di vestiario, di un bambino per un anno, nell'ambito di un progetto più ampio di sostegno psicologico, che coinvolge anche la famiglia.

Nel tempo il numero dei ragazzi sostenuti è aumentato, raggiungendo i 22, ma nell'anno scol. 2012 i ragazzi adottati sono stati 14.

I nostri contatti con l'associazione Djazairouna non sono frequenti come vorremmo, ma compatibilmente con la situazione algerina ancora difficile, il Cosas e Djazairouna mantengono contatti abbastanza regolari.

La presidente Cherifa Keddar è venuta più volte a Cagliari, amici e soci del Cosas hanno visitato il centro di Blida.

L'affidabilità delle due associazioni ci dà la certezza che il nostro impegno sia ben speso e che il nostro contributo materiale vada integralmente ai bambini sostenuti.

La peculiarità di questa iniziativa è quella di dare aiuto economico e soprattutto sostegno e solidarietà a bambini e famiglie bisognose di essere accompagnate anche nella rivendicazione dei loro diritti e nel rientro alla normalità.

 

DJAZAIROUNA: B.P. 256 BLIDA- TEL E FAX 2133411744

CHERFA KEDDAR C.C.P.N. 4604591 CLé 01 "DIAZAIROUNA"

  GALLERY
  L'ALGERIA NEL CUORE

Scarica la pubblicazione in PDF (circa 16Mb)

 

AddThis Social Bookmark Button